Menu English Ukrainian Russo Casa

Libreria tecnica gratuita per hobbisti e professionisti Libreria tecnica gratuita


TECNOLOGIE DI FABBRICA IN CASA - RICETTE SEMPLICI
Libreria gratuita / Elenco / Tecnologia di fabbrica a casa: ricette semplici

Tecnologia di fabbrica: ricette e suggerimenti semplici

Elenco / Tecnologia di fabbrica: ricette e suggerimenti semplici

 


 

carta

 


 

Materiali impermeabili e resistenti al fuoco

 


 

Smalti, smalti

 


 

legno

 


 

specchi

 


 

Imitazione perla

 


 

Cartoleria inchiostro, inchiostro, vernici

 


 

Adesivi

 


 

Pelle, cura delle scarpe

 


 

Trucco

 


 

Vernici, oli essiccanti

 


 

Cucina

 


 

Vernici, lucidi

 


 

Oli, lubrificanti, unguenti

 


 

Metalli

 


 

Marmo, gesso, alabastro

 


 

Sapone, detersivi in ​​polvere

 


 

Pelle di pecora, pelliccia

 


 

Colorazione del prodotto

 


 

sbiancamento, decolorazione

 


 

Profumeria

 


 

Messe varie

 


 

Gomma

 


 

Corno, avorio

 


 

Resine, ceralacca

 


 

vetro

 


 

Cementi, stucchi

 


 

Ultime notizie di scienza e tecnologia, nuova elettronica:

Pelle artificiale per l'emulazione del tocco 15.04.2024

In un mondo tecnologico moderno in cui la distanza sta diventando sempre più comune, mantenere la connessione e un senso di vicinanza è importante. I recenti sviluppi nella pelle artificiale da parte di scienziati tedeschi dell’Università del Saarland rappresentano una nuova era nelle interazioni virtuali. Ricercatori tedeschi dell'Università del Saarland hanno sviluppato pellicole ultrasottili in grado di trasmettere la sensazione del tatto a distanza. Questa tecnologia all’avanguardia offre nuove opportunità di comunicazione virtuale, soprattutto per coloro che si trovano lontani dai propri cari. Le pellicole ultrasottili sviluppate dai ricercatori, spesse appena 50 micrometri, possono essere integrate nei tessuti e indossate come una seconda pelle. Queste pellicole funzionano come sensori che riconoscono i segnali tattili di mamma o papà e come attuatori che trasmettono questi movimenti al bambino. Il tocco dei genitori sul tessuto attiva i sensori che reagiscono alla pressione e deformano la pellicola ultrasottile. Questo ... >>

Lettiera per gatti Petgugu Global 15.04.2024

Prendersi cura degli animali domestici può spesso essere una sfida, soprattutto quando si tratta di mantenere pulita la casa. È stata presentata una nuova interessante soluzione della startup Petgugu Global, che semplificherà la vita ai proprietari di gatti e li aiuterà a mantenere la loro casa perfettamente pulita e in ordine. La startup Petgugu Global ha presentato una toilette per gatti unica nel suo genere in grado di scaricare automaticamente le feci, mantenendo la casa pulita e fresca. Questo dispositivo innovativo è dotato di vari sensori intelligenti che monitorano l'attività della toilette del tuo animale domestico e si attivano per pulirlo automaticamente dopo l'uso. Il dispositivo si collega alla rete fognaria e garantisce un'efficiente rimozione dei rifiuti senza necessità di intervento da parte del proprietario. Inoltre, la toilette ha una grande capacità di stoccaggio degli scarichi, che la rende ideale per le famiglie con più gatti. La ciotola per lettiera per gatti Petgugu è progettata per l'uso con lettiere idrosolubili e offre una gamma di accessori aggiuntivi ... >>

L'attrattiva degli uomini premurosi 14.04.2024

Lo stereotipo secondo cui le donne preferiscono i "cattivi ragazzi" è diffuso da tempo. Tuttavia, una recente ricerca condotta da scienziati britannici della Monash University offre una nuova prospettiva su questo tema. Hanno esaminato il modo in cui le donne hanno risposto alla responsabilità emotiva degli uomini e alla volontà di aiutare gli altri. I risultati dello studio potrebbero cambiare la nostra comprensione di ciò che rende gli uomini attraenti per le donne. Uno studio condotto da scienziati della Monash University porta a nuove scoperte sull'attrattiva degli uomini nei confronti delle donne. Nell'esperimento, alle donne sono state mostrate fotografie di uomini con brevi storie sul loro comportamento in varie situazioni, inclusa la loro reazione all'incontro con un senzatetto. Alcuni uomini hanno ignorato il senzatetto, mentre altri lo hanno aiutato, ad esempio comprandogli del cibo. Uno studio ha scoperto che gli uomini che mostravano empatia e gentilezza erano più attraenti per le donne rispetto agli uomini che mostravano empatia e gentilezza. ... >>

Notizie casuali dall'Archivio

I virus aiutano il sistema immunitario 16.01.2015

Gli anticorpi sono necessari al sistema immunitario per catturare le molecole estranee e con esse i loro vettori, virus e batteri. Sarebbe strano aspettarsi che gli stessi agenti patogeni aiutino le cellule immunitarie a produrre armi contro di loro. Ma nulla è impossibile per la natura: i ricercatori del Southwestern Medical Center dell'Università del Texas, guidati dal premio Nobel Bruce Beutler, hanno scoperto come i retrovirus endogeni aiutino le cellule B a sintetizzare gli anticorpi.

Il genoma dei retrovirus è rappresentato dall'RNA e quando il virus entra nella cellula, sintetizza prima il DNA sul modello di RNA utilizzando l'enzima trascrittasi inversa. Questo DNA virale viene integrato nel genoma cellulare, dopo di che su di esso viene sintetizzata una massa di molecole di RNA virale che, a loro volta, fungono da modelli per la produzione di proteine ​​virali. Tutto finisce con l'RNA impacchettato in particelle virali che escono.

Ma accade che la cellula sopprima la sintesi dell'RNA virale, così che il virus, essendosi integrato nel DNA dell'ospite, perda la capacità di moltiplicarsi. Il suo genoma diventa una specie di carico che passerà dalla cellula madre alla cellula figlia. E se analizzi, ad esempio, il genoma dei mammiferi, puoi trovare molte sequenze retrovirali che sono per lo più inattive - dopo che alle cellule è vietato sintetizzare RNA su di esse, mutano anche molte volte, così che, alla fine, diventano completamente detriti genetici sicuri e inattivi.

Tuttavia, i linfociti B sembrano essere in grado di capitalizzare il DNA virale spazzatura. Il vantaggio è associato ai cosiddetti antigeni TI-2. Un antigene è qualsiasi molecola che desta sospetti nel sistema immunitario e lo costringe ad agire in modo appropriato. Può trattarsi di una proteina estranea o del guscio lipopolisaccaridico di una cellula batterica o di una particella virale. Ma il sistema immunitario "vede" diversi antigeni in modo diverso. Quando si tratta di una proteina, la produzione di anticorpi contro di essa richiede l'aiuto di speciali cellule T-helper: prendono una proteina dubbia e la mostrano letteralmente ai linfociti B, che innescano la sintesi di anticorpi contro la molecola loro dimostrata.

Tuttavia, gli antigeni delle varietà TI, incluso TI-2, che sono grandi frammenti di polisaccaridi con regioni ripetute nella struttura molecolare, possono essere rilevati dalle stesse cellule B, senza intermediari. È noto che TI-2 interagisce in molti punti con i recettori dei linfociti B, ma non è stato ancora compreso cosa accadrà dopo, come venga innescata la sintesi delle immunoglobuline.

La ricerca di Beutler e colleghi è iniziata cercando mutazioni nei topi il cui sistema immunitario non vedeva gli antigeni TI-2. Si è scoperto che in tali animali le vie di segnalazione che reagiscono a RNA e DNA estranei nel citoplasma erano danneggiate. Ma perché i linfociti B hanno bisogno di segnali di RNA e DNA per produrre anticorpi? In un articolo su Science, gli autori scrivono che gli antigeni TI-2 hanno attivato la sintesi di RNA su tutte le sequenze retrovirali dormienti nel genoma cellulare. Nella cellula è apparso molto RNA virale, su cui è stato sintetizzato il DNA. La sintesi degli acidi nucleici virali e la sintesi degli anticorpi erano direttamente correlate. Se l'enzima trascrittasi inversa (che produce il DNA su un modello di RNA) è stato disattivato nei linfociti B, la sintesi delle immunoglobuline è diminuita drasticamente. Ma anche allora, c'era ancora un percorso di attivazione di riserva: è stata attivata una proteina antivirale mitocondriale, che è stata rilevata dall'RNA e ha fornito un segnale per la sintesi degli anticorpi. Cioè, anche senza DNA retrovirale, la cellula potrebbe rispondere al segnale antigenico.

Gli esperimenti sono stati condotti sul sistema immunitario dei topi e, se i risultati saranno confermati nell'uomo, ciò avrà grandi implicazioni per la medicina. Dopotutto, ad esempio, la terapia anti-HIV comporta la soppressione della trascrittasi inversa del virus dell'immunodeficienza, ma poi viene disattivata anche la trascrittasi inversa dei linfociti B, che, come si vede, è molto importante per la risposta all'infezione. È possibile che l'assistenza nella sintesi degli anticorpi non sia l'unica funzione dei retrovirus endogeni dormienti nel DNA e ulteriori ricerche potrebbero rivelare altri modi in cui le nostre cellule e le cellule animali hanno imparato a usare i parassiti precedenti a loro vantaggio.

Altre notizie interessanti:

▪ E-book ASUS EeeNote EA800

▪ Parlare al telefono durante la guida provoca un incidente

▪ Modulo BLE per l'Internet delle cose ST Microelectronics SPBTLE-1S

▪ lampadina per computer

▪ Il vento solare crea una carica elettrica su Phobos

News feed di scienza e tecnologia, nuova elettronica

 

Materiali interessanti della Biblioteca Tecnica Libera:

▪ sezione del sito Auto. Selezione dell'articolo

▪ articolo I freak decorano il mondo. Espressione popolare

▪ articolo Perché si sente il rumore del mare nella conchiglia ricordo? Risposta dettagliata

▪ articolo Dolore all'orecchio. Assistenza sanitaria

▪ articolo Miglioramento del regolatore di velocità dei motori asincroni trifase. Enciclopedia dell'elettronica radio e dell'ingegneria elettrica

▪ articolo Quadratura di un cerchio. Messa a fuoco segreta


Tutte le lingue di questa pagina

Homepage | Biblioteca | Articoli | Mappa del sito | Recensioni del sito

www.diagram.com.ua

www.diagram.com.ua
2000-2024