Menu English Ukrainian Russo Casa

Libreria tecnica gratuita per hobbisti e professionisti Libreria tecnica gratuita


ENCICLOPEDIA DELLA RADIOELETTRONICA ED ELETTRICA
Libreria gratuita / Schemi di dispositivi radioelettronici ed elettrici

Alimentare il laptop dall'alimentatore della vecchia TV. Enciclopedia dell'elettronica radio e dell'ingegneria elettrica

Libreria tecnica gratuita

Enciclopedia della radioelettronica e dell'elettrotecnica / Alimentatori

Commenti sull'articolo Commenti sull'articolo

Una tranquilla sera d'estate ho avuto un grosso problema: l'alimentazione del portatile si è interrotta completamente inaspettatamente. Certo, può essere riparato (e in seguito l'ho riparato sostituendo un potente microcircuito convertitore di impulsi e due diodi), ma poi non c'erano né il tempo né le parti necessarie. Ma c'era un set di schede della vecchia TV 3USTST, incluso il modulo di alimentazione MP-3-1.

Sulla fig. 1 mostra il diagramma di uscita di questo modulo di potenza.

Alimentare un laptop dall'alimentatore di un vecchio televisore

Come puoi vedere, le tensioni disponibili sono 130 V, 28 V, 15 V, 12 V e 16 V. Non c'è nulla di adatto per alimentare il laptop, poiché richiede 18 V.

Riavvolgere il trasformatore TPI-4-3 è una brutta cosa, il nucleo è incollato saldamente e quando provi a separare la ferrite, si rompe (lo so dalla pratica di riparazione). Pertanto, forse è ottimale utilizzare l'uscita a 28 V per alimentare la scansione verticale: la potenza è più che sufficiente. Il problema è semplicemente il troppo stress. Ma questo problema è stato risolto con l'aiuto di due potenti diodi zener D815G (Fig. 2). Ogni diodo zener ha una tensione di stabilizzazione di 10 V e una corrente di stabilizzazione da 20 a 800 mA. Il consumo di corrente del laptop è di 1,5 A. Ciò significa che la corrente massima è maggiore di 800 mA, quindi vengono presi due diodi Zener collegati in parallelo (corrente massima 1,6 A).

Funzionano con la corrente quasi al limite, quindi è consigliabile metterli su una sorta di radiatore. Li ho semplicemente avvitati su un pezzo di angolo di metallo. Quando scorre la corrente inversa, il diodo zener entra in modalità di stabilizzazione e mantiene una tensione di 10 V. Pertanto, questa tensione viene sottratta dalla tensione di 28 V e in uscita rimangono solo 18 V. Se è necessaria più tensione, ad esempio 20 V, è necessario utilizzare diodi zener D815V (di 8,2 V). La resistenza da 390 ohm fornisce la corrente minima al minimo.

Alcuni MP-3-3 non vogliono avviarsi finché non viene caricato il circuito da 130 V. In tal caso, caricalo con una normale lampada a incandescenza da 220 V con una potenza di 15 o 25 W.

È possibile impostare la tensione esatta con un resistore di regolazione R2 sulla scheda del modulo di potenza.

Autore: Andreev S.

Vedi altri articoli sezione Alimentatori.

Leggere e scrivere utile commenti su questo articolo.

<< Indietro

Ultime notizie di scienza e tecnologia, nuova elettronica:

Il discorso dei capodogli è simile a quello degli umani 18.05.2024

Nel mondo dell'oceano, dove il misterioso e l'ignoto convivono con lo studio, i capodogli, con i loro enormi cervelli, sono di particolare interesse per la scienza. I ricercatori, lavorando con una vasta gamma di registrazioni audio raccolte durante il Dominica Sperm Whale Project (DSWP) - più di 8000 registrazioni, cercano di svelare i segreti della loro comunicazione e comprendere la struttura e la complessità del linguaggio di queste misteriose creature. Studiando in dettaglio le registrazioni di 60 capodogli nei Caraibi orientali, gli scienziati hanno rivelato caratteristiche sorprendenti della loro comunicazione, rivelando la complessità del loro linguaggio. "Le nostre osservazioni indicano che queste balene hanno un sistema di comunicazione combinatorio altamente sviluppato, che comprende rubato e ornamenti, che indica la loro capacità di adattarsi rapidamente e variare durante la comunicazione. Nonostante le differenze significative nell'evoluzione, i capodogli hanno elementi nella loro comunicazione che sono caratteristici dell'uomo." comunicazione", afferma Shane Gero, biologo della Carleton University e direttore del progetto CETI. Issl ... >>

Spin dell'elettrone per il trasferimento di informazioni quantistiche 18.05.2024

Il trasferimento dell’informazione quantistica rimane uno dei compiti chiave della scienza moderna. I recenti progressi nell’uso dello spin elettronico per espandere le capacità di trasferimento delle informazioni nei sistemi quantistici sono diventati molto importanti. I ricercatori del Lawrence Berkeley National Laboratory stanno ampliando le frontiere della scienza dell’informazione quantistica sperimentando le possibilità dello spin degli elettroni. Lo spin dell’elettrone, un bit quantistico naturale, è un mezzo potenzialmente potente per archiviare e trasmettere informazioni nei sistemi quantistici. I pacchetti di onde Magnon, eccitazioni collettive dello spin degli elettroni, hanno rivelato il loro potenziale di trasmettere informazioni quantistiche su distanze significative. Il lavoro dei ricercatori del Berkeley Lab ha rivoluzionato il modo in cui tali eccitazioni si propagano negli antiferromagneti, aprendo nuove prospettive per le tecnologie quantistiche. Utilizzando coppie di impulsi laser, gli scienziati hanno interrotto l'ordine antiferromagnetico in un luogo e contemporaneamente lo hanno studiato in un altro, creando ... >>

Seta fonoassorbente 17.05.2024

In un mondo in cui il rumore sta diventando sempre più invadente, l’emergere di materiali innovativi in ​​grado di ridurne l’impatto è di grande interesse. I ricercatori del MIT hanno svelato un nuovo tessuto di seta fonoassorbente che promette di rivoluzionare gli spazi silenziosi. Il Massachusetts Institute of Technology (MIT) ha compiuto progressi significativi nel campo dell’assorbimento acustico. I ricercatori hanno sviluppato uno speciale tessuto di seta in grado di assorbire efficacemente il suono e creare ambienti accoglienti e silenziosi. Il tessuto, più sottile di un capello umano, contiene una fibra vibrante unica che si attiva quando gli viene applicata la tensione. Questa caratteristica consente di utilizzare il tessuto per sopprimere le onde sonore in due modi diversi. Il primo metodo utilizza le vibrazioni del tessuto per generare onde sonore che coprono e cancellano il rumore indesiderato, in modo simile alle cuffie con cancellazione del rumore. Questa P ... >>

Notizie casuali dall'Archivio

Diesel da benzina 27.02.2012

Il consumo globale di carburante si sta spostando sempre più verso il carburante diesel. In un articolo pubblicato di recente su Nature Chemistry, un team di ricercatori dell'Università di Stoccolma e del Politecnico di Valencia descrive un nuovo materiale poroso che ha la proprietà unica di convertire i distillati di petrolio leggero (materia prima della benzina) in carburante diesel.

Il materiale ha una struttura atomica estremamente complessa che può essere studiata solo utilizzando la microscopia elettronica a trasmissione. L'alluminosilicato, denominato ITQ-39, appartiene alla classe delle zeoliti e ha una struttura porosa che gli consente di passare piccole molecole e fungere da ottimo reattore per reazioni chimiche complesse.

ITQ-39 ha canali di varie dimensioni e forme, posizionati ad angoli diversi. In questo modo, il movimento delle molecole può essere controllato e ITQ-39 può essere utilizzato come catalizzatore per la trasformazione di vari idrocarburi. Il nuovo materiale è la zeolite più complessa mai scoperta. La sua struttura è stata studiata all'Università di Stoccolma utilizzando la cristallografia elettronica. Il microscopio elettronico ha permesso di studiare cristalli estremamente piccoli fino a un livello di un paio di nanometri. Le proprietà uniche di ITQ-39 si basano sulla struttura caotica di questo materiale, che gli consente di essere prodotto con cumene mediante alchilazione del benzene.

Il cumene, o isopropilbenzene, è un composto organico aromatico, un liquido combustibile incolore, che nella sua forma pura viene utilizzato per la sintesi di fenolo, acetone e anche come additivo ad alto numero di ottani per la benzina per aviazione. Inoltre, il cumene può essere utilizzato per produrre carburante diesel, compreso il biodiesel. La materia prima per il cumene, il benzene, a sua volta fa parte della benzina e viene estratta dal petrolio greggio o dal carbone.

Attualmente la sintesi del cumene viene effettuata nel processo di condensazione del benzene con propilene in presenza di un catalizzatore sotto forma di acido fosforico. E sebbene il costo di questo catalizzatore non sia molto elevato, provoca corrosione delle apparecchiature e la resa di un prodotto utile è bassa.

Altre notizie interessanti:

▪ Stima dell'altezza umana oltre 2000 anni

▪ Questa pericolosa energia eolica

▪ Chip Samsung Secure Element per la sicurezza hardware e software dei dispositivi IoT

▪ Lavavetri Ozmo

▪ Scuola guida per topi

News feed di scienza e tecnologia, nuova elettronica

 

Materiali interessanti della Biblioteca Tecnica Libera:

▪ sezione del sito Storia della tecnologia, della tecnologia, degli oggetti che ci circondano. Selezione dell'articolo

▪ articolo Fuga di cervelli, fuga di cervelli. Espressione popolare

▪ articolo In che modo l'inno nazionale norvegese ha salvato un ebreo dall'essere catturato dai nazisti? Risposta dettagliata

▪ articolo Elettricista di stazioni di servizio. Istruzioni standard sulla protezione del lavoro

▪ articolo Olio essiccante surrogato secondo il metodo di Chilikin. Ricette e consigli semplici

▪ articolo Linee aeree con tensione superiore a 1 kV. Intersezione e convergenza di linee aeree con condotte interrate. Enciclopedia dell'elettronica radio e dell'ingegneria elettrica

Lascia il tuo commento su questo articolo:

Nome:


E-mail (opzionale):


commento:





Tutte le lingue di questa pagina

Homepage | Biblioteca | Articoli | Mappa del sito | Recensioni del sito

www.diagram.com.ua

www.diagram.com.ua
2000-2024