Menu English Ukrainian Russo Casa

Libreria tecnica gratuita per hobbisti e professionisti Libreria tecnica gratuita


ILLUSIONI VISIVE (OTTICHE).
Illusioni visive (ottiche). / Svantaggi e difetti della vista

Svantaggi e difetti della vista. Enciclopedia delle illusioni visive

Nel tempo libero / Illusioni visive (ottiche).

Commenti sull'articolo Commenti sull'articolo

<< Indietro: Il dispositivo dell'occhio e le sensazioni visive

>> Avanti: Illusioni associate alle caratteristiche strutturali dell'occhio

Proviamo a comprendere più in dettaglio nelle indicazioni individuali precedentemente fornite di carenze nella struttura dell'occhio, le ragioni della percezione imprecisa di alcune immagini visive.

Svantaggi e difetti della vista possono essere classificati in qualche modo.

In primo luogo, ci sono irregolarità dell'occhio umano normale, inerenti a tutti senza eccezioni, queste sono aberrazioni * del sistema ottico dell'occhio (sferico, astigmatismo e cromatico), la presenza di un punto cieco, irradiazione e fenomeni entoptici.

* (Dal latino - deviazione.)

In secondo luogo, ci sono difetti visivi individuali, a volte congeniti, a volte acquisiti con l'età: miopia e ipermetropia, strabismo, notte e daltonismo.

In terzo luogo, possiamo nominare i modelli psicologici generali delle sensazioni visive, come la soglia assoluta, le soglie di discriminazione, la relazione tra lo stimolo e la forza della sensazione, l'adattamento, il contrasto simultaneo, le immagini sequenziali e la relazione delle sensazioni visive con altre sensazioni psicologiche processi. Ciascuno di questi modelli può influenzare l'accuratezza e l'affidabilità della percezione visiva della realtà oggettiva.

Infine, in quarto luogo, il contrasto della luminosità, la sensibilità spettrale, il grado di rilievo, nonché l'inerzia della visione, anch'essi limitati dai corrispondenti limiti di percezione, possono interferire con la divulgazione dell'essenza del fenomeno, oppure essere utilizzati a vantaggio del processo di cognizione.

Pertanto, i limiti e le caratteristiche dell'occhio normale e i difetti visivi individuali limitano notevolmente il ruolo delle sensazioni visive nella cognizione del mondo circostante. Se teniamo conto anche della soggettività dei valori soglia delle funzioni visive, dell'ampia varietà di proprietà degli organi visivi in ​​persone diverse, diventa chiaro quanto poche informazioni accurate sul mondo che ci circonda riceviamo utilizzando solo le nostre sensazioni .

È opinione diffusa che sia difficile incontrare due persone con esattamente le stesse proprietà dell'apparato visivo. Ecco, ad esempio, il ragionamento di un giovane su questo punto.

"Io e il mio amico ci sediamo in estate tra la vegetazione profumata sulle rive di un fiume nella foresta e osserviamo una meravigliosa varietà di fenomeni. Il mio amico è biondo con gli occhi grigio-bluastri. Porta occhiali che correggono l'astigmatismo fin dall'infanzia. Io sono una bruna , Ho gli occhi marrone scuro. Penso di vedere bene, anche se mi hanno detto che a volte alzo forte l'occhio sinistro in modo che la pupilla sia vicino al ponte del naso. Non so se il mio amico vede lo stesso Come faccio a sapere cosa vede lui? Tuttavia è possibile e addirittura certo che vedrei un'immagine strana se all'improvviso guardassi tutto intorno a me attraverso gli occhi del mio amico.

Sono giusti questi argomenti di un giovane? Per quanto riguarda la differenza formale nelle proprietà e nei difetti delle strutture ottiche degli occhi di un giovane e del suo amico, questi argomenti sono validi.

Tuttavia, il processo visivo non è solo la fissazione delle immagini ottiche degli oggetti sulla retina, ma anche il lavoro simultaneo dei centri cerebrali, l'attività del sistema nervoso centrale e l'utilizzo dell'esperienza accumulata. Pertanto, il ragionamento del giovane sulle percezioni visive di lui e del suo amico è ingiusto.

Da un lato, gli occhi di ogni persona hanno i propri difetti, ai quali il proprietario si è già adattato e li elimina in modo completamente impercettibile in alcune fasi della percezione visiva. D'altra parte, entrambi i compagni, essendo membri dello stesso ambiente sociale e sociale, utilizzano gli stessi risultati dello sviluppo evolutivo dell'apparato visivo, la stessa esperienza sociale accumulata dall'umanità e le loro comuni visioni moderne sulla natura. Pertanto, da una conversazione tra loro, si vede che percepiscono con occhi diversi i fenomeni del mondo esterno allo stesso modo, con pochissime eccezioni. Ciò spiega l'oggettività delle sensazioni visive, così come la loro relatività, cioè la presenza in esse di una quota di errore, inaffidabilità. La prossima sezione sarà dedicata all'influenza delle caratteristiche strutturali dell'occhio umano normale sulla percezione errata della realtà. Qui ci soffermeremo soprattutto sui difetti della vista individuali, congeniti o acquisiti, tanto che in seguito, nel descrivere alcune illusioni, faremo riferimento a queste brevi informazioni.

Se si controlla l'accomodazione di un occhio normale, si scopre che il punto più distante che l'occhio può distinguere in stato di calma è teoricamente all'infinito, ma praticamente ad una distanza superiore a 15 m ed è considerato il più lontano. Il punto che può essere visto chiaramente alla distanza più vicina dagli occhi è chiamato punto vicino. Per un occhio normale questo punto si trova a una distanza di 10-15 cm La distanza che separa il punto lontano da quello vicino è chiamata distanza di accomodamento.

Se si ottiene un'immagine chiara di un punto sulla retina dell'occhio quando viene rimosso a una distanza non superiore a 35 cm - l'occhio soffre di miopia lieve, da 35 a 10 cm - un grado medio, e se il più grande la distanza della visione chiara non supera i 10 cm: un forte grado di miopia. Secondo la fig. 4, il grado di miopia è determinato dall'angolo che si forma tra il raggio aN proveniente dall'infinito e il raggio proveniente dal punto lontano A, cioè l'angolo aNA o, che è lo stesso, NAM. La misura dell'accomodamento è determinata dalla differenza tra gli angoli NBM e NAM nei punti lontano e vicino. Ad esempio, supponiamo che per un occhio miope il punto lontano sia a 180 mm dall'occhio e quello vicino a 100 mm. In questo caso il grado di miopia è espresso dall'angolo 1/180=0,0056, cioè 5,6 D (diottrie)*. La misura dell’accomodamento è espressa dalla differenza angolare 1/100-1/180=4/900=0,0044, cioè 4,4 D.

* (Gli angoli espressi in millesimi sono solitamente chiamati diottrie in ottica. Una diottria è il potere di rifrazione di una lente la cui lunghezza focale è 1 m.)

Illusioni visive (ottiche) / Svantaggi e difetti della vista
Riso. 4. Occhio miope. L'immagine dell'oggetto si ottiene davanti alla retina

L'occhio miope ha il fuoco principale del sistema rifrattivo davanti alla retina. Se l'oggetto in esame si avvicina all'occhio, la sua immagine si avvicina alla retina. Nel caso della miopia, o l'asse dell'occhio è troppo lungo, oppure la curvatura del cristallino è grande, oppure il potere di rifrazione degli altri mezzi dell'occhio è grande. La miopia si corregge con occhiali concavi.

Un occhio presbite è troppo corto oppure il suo cristallino ha una piccola curvatura. Le immagini degli oggetti in questo caso verranno ottenute dietro la retina e un tale occhio in uno stato non stressato non sarà in grado di vedere chiaramente alcun oggetto. Infatti, man mano che gli oggetti si avvicinano a distanza, il punto di convergenza dei loro raggi nell'occhio si spinge ancora più oltre la retina. Solo ricorrendo allo sforzo di accomodamento questo occhio riesce a vedere e vede meglio gli oggetti lontani che quelli vicini. L'ipermetropia viene corretta mediante occhiali con lenti convesse (positive) che aumentano il potere rifrattivo dell'occhio.

Il massimo grado di ipermetropia si verifica nell'afachia, cioè in assenza del cristallino e nell'incapacità dell'occhio di adattarsi. Vanno distinti gli occhi ipermetropi dagli occhi senili, talvolta quasi privi della capacità di accomodamento a causa della diminuzione dell'elasticità del cristallino con il passare degli anni. In questo caso il punto più vicino viene sempre più allontanato dall'occhio. All'età di 45 anni questo punto è già oltre la distanza alla quale l'occhio normale distingue bene gli oggetti. L'ipermetropia senile viene corretta con l'aiuto di lenti convesse che avvicinano sia i punti vicini che quelli lontani.

Nelle persone affette da strabismo, la linea visiva (sguardo) di un occhio è diretta verso un oggetto che attira l'attenzione, e la linea dell'altro occhio è deviata verso il naso (strabismo convergente o interno) o la tempia (strabismo divergente o esterno). su o giù. Il grado di strabismo è determinato dall'angolo formato dalla linea di vista dell'occhio strabico e dalla direzione normale.

Esistono due tipi di strabismo: amichevole e paralitico. Nel primo caso, i muscoli motori degli occhi sono normali e i loro movimenti sono coordinati, ma la posizione degli occhi l'uno rispetto all'altro rimane sempre errata. Forse una deviazione costante dello stesso occhio, e talvolta alternativamente; strizza prima un occhio, poi l'altro. Nei casi in cui un occhio vede meglio dell'altro, l'occhio che fissa risulta sempre essere l'occhio migliore e il secondo occhio peggiore devia. Ma basta chiudere l'occhio migliore e quello che vede meno bene comincia a stabilizzarsi, e il secondo occhio chiuso diventa deviato.

Questo tipo di strabismo è causato da un disturbo della parte motoria dell'apparato di visione profonda, alto grado di ipermetropia o miopia, scarsa visione in uno degli occhi. Si perde la visione coordinata con entrambi gli occhi, che ci dà l'opportunità di ricevere immagini plastiche e profonde. Lo strabismo concomitante si sviluppa spesso nella prima infanzia e può essere corretto con occhiali prismatici. In caso di grave strabismo, uno dei prismi corregge la deviazione esistente dell'asse visivo dell'occhio strabico e l'altro devia parzialmente l'asse dell'altro occhio, garantendo il ripristino della visione binoculare. Lo strabismo paralitico si verifica a causa della paralisi di uno dei numerosi muscoli motori dell'occhio a causa di una malattia del sistema nervoso centrale. In questo caso, il movimento dell'occhio interessato è ritardato e il suo asse è deviato lateralmente. A volte allo stesso tempo c'è un raddoppio degli oggetti visibili. Con l'aiuto degli occhiali questo tipo di strabismo non può essere eliminato: in questo caso la chirurgia aiuta. Esistono casi di semicecità, cioè di perdita della metà (destra o sinistra) del campo visivo, dovuti anche ad una malattia del sistema nervoso centrale.

Le anomalie dell'occhio in relazione alle leggi fondamentali della percezione della luce e dei colori si presentano sotto forma di difetti chiamati "cecità notturna" e daltonismo. La "cecità notturna" (emeralopia) è un disturbo della percezione della luce, manifestato sotto forma di una forte diminuzione della visibilità in condizioni di scarsa illuminazione al crepuscolo o di notte. All'inizio dell'oscurità, quando le cose perdono per noi le loro sfumature cromatiche, una persona vedente normale si orienta ancora abbastanza facilmente attraverso la visione periferica. Un soggetto affetto da emeralopia si sente completamente indifeso, non distingue nulla, sbatte contro oggetti, ecc. L'adattamento all'oscurità in questo caso è notevolmente indebolito o completamente assente. Le cause di questo difetto visivo sono spesso una cattiva alimentazione (mancanza di grassi, vitamina A) o un lavoro prolungato con una luce eccessivamente intensa.

Il daltonismo può essere completo o parziale. Le persone che soffrono di daltonismo completo non distinguono alcuna tonalità di colore; non distinguono un motivo multicolore da uno monocolore. Per loro, mostrati in Fig. II papavero e fiordaliso differiscono tra loro per i contorni e la luminosità dell'immagine.

Illusioni visive (ottiche) / Svantaggi e difetti della vista
Riso. II

Tutte le tonalità di colore per un occhio normale possono essere riprodotte mescolando in proporzioni appropriate almeno tre colori presi come primari (rosso, verde e blu). Pertanto, le persone normalmente vedenti sono chiamate tricromati. Il fenomeno del tricromatismo anomalo fu scoperto nel 1880 da D. Rayleigh. Le persone affette da questa anomalia visiva potevano riprodurre tutti i colori mescolando gli stessi tre colori delle persone con una vista normale, ma aggiungevano troppo verde. Quindi una mistura che a loro sembra bianca è in realtà verde; una mistura che a noi sembra bianca la considerano rosa.

Le persone con daltonismo completo sono monocromatiche, poiché ricevono tutte le sfumature degli oggetti solo a causa delle variazioni dell'intensità dello stesso stimolo. Il daltonismo completo è molto raro. I disturbi parziali della visione dei colori sono più comuni, ad esempio, quando il soggetto, percependo tutti i colori a sua disposizione, mescola solo i due principali: verde e blu (daltonico o daltonico - questo è daltonismo del primo tipo - protonopia) o rosso e blu (cieco verde - daltonismo del secondo tipo - deuteronopia). Infine, il terzo tipo di daltonismo parziale (tritonopia) è il "daltonismo viola".

La protonopia soffrì del famoso chimico inglese D. Dalton, che per la prima volta nel 1794 descrisse questa carenza della sua vista. Dalton ha attirato l'attenzione sul fatto che il fiore di geranio, che a tutti sembrava rosa, gli sembrava blu durante il giorno e rosso la sera, a lume di candela. Tutti gli assicurarono che non vedevano alcuna differenza evidente nel colore dei petali di geranio giorno e notte. Questa osservazione spinse Dalton a studiare la peculiarità della sua visione, e scoprì che il rosso, l'arancione, il giallo e il verde gli sembravano quasi la stessa cosa: li chiamava tutti gialli. Ma riusciva a distinguere bene tra i colori blu e viola. Dalton disse che il sangue gli sembrava verde bottiglia e l'erba quasi rossa.

È difficile immaginare come Dalton, che soffriva di un daltonismo così pronunciato, non lo abbia scoperto prima dei 26 anni. Forse questa era una conseguenza della nostra capacità di ignorare ciò che è familiare. Una persona che soffre di daltonismo può spesso pensare di avere ragione e che gli altri abbiano torto. Nella vita si conoscono casi di daltonismo acquisito, ma nella maggior parte dei casi questo difetto della vista è congenito e si trasmette per via femminile, prevalentemente alla prole maschile. Circa il 4% di tutti gli uomini soffre di daltonismo, mentre tra le donne tutti i tipi di daltonismo sono molto meno comuni - non più dello 0,5% di tutte le donne.

Per il secondo gruppo di daltonici (deuteronopi), una caratteristica è l'incapacità di distinguere il verde chiaro dal rosso scuro e il viola dal blu, mentre non mescolano il viola con il blu, ma si mescolano con il grigio.

Il terzo tipo di daltonismo parziale si osserva molto meno frequentemente. Per i tritoni, l'intero spettro contiene solo sfumature di rosso e verde.

Per molte professioni, il daltonismo non rappresenta uno svantaggio importante. Ma ci sono professioni in cui la capacità di distinguere i colori con sicurezza e rigore è essenziale: ad esempio, una persona daltonica che lavora come macchinista, timoniere, autista, ecc., può sempre causare un disastro prendendo un colore di segnale dopo l'altro. Una persona daltonica che non è in grado di determinare i colori di soluzioni e coloranti non può lavorare con successo in alcune operazioni nell'industria chimica, della stampa, tessile e di altro tipo. Anche le professioni dell'artista, del botanico, del sarto, del medico e alcune altre richiedono una normale visione dei colori.

Attualmente, per testare il daltonismo vengono utilizzate delle tabelle, in cui macchie di un altro colore vengono posizionate tra macchie di un colore, che insieme compongono un numero, una lettera o una cifra per qualsiasi persona normalmente vedente. Le persone daltoniche non possono distinguere il colore di queste macchie dal colore delle macchie che fungono da sfondo e quindi non possono "leggere" i numeri, le lettere o le cifre corrispondenti.

Nella fig. I, posta su un inserto colorato, riporta la tabella delle prove del prof. E. B. Rabkina, su cui il daltonico rosso non vede il cerchio e il cieco verde non vede il triangolo. La visione dei colori nelle condizioni moderne darà a una persona sempre più piacere non solo dalla percezione della bellezza nella natura e nella pittura, ma anche nelle nuove forme d'arte: fotografia a colori e cinema. Il colore sta diventando sempre più importante nell’industria, poiché risulta che la produttività del lavoro dipende in larga misura dal colore giusto degli impianti e delle attrezzature di produzione. Non è lontano il tempo in cui la televisione a colori, e poi la musica a colori, si diffonderanno.

Illusioni visive (ottiche) / Svantaggi e difetti della vista
Riso. io

Ulteriori studi e un consolidamento sempre più efficace delle proprietà benefiche dell'apparato visivo umano consentono di neutralizzare ed eliminare parzialmente e completamente gli effetti dannosi delle carenze e dei difetti della nostra vista.

Autore: Artamonov I.D.

<< Indietro: Il dispositivo dell'occhio e le sensazioni visive

>> Avanti: Illusioni associate alle caratteristiche strutturali dell'occhio

Ultime notizie di scienza e tecnologia, nuova elettronica:

Il discorso dei capodogli è simile a quello degli umani 18.05.2024

Nel mondo dell'oceano, dove il misterioso e l'ignoto convivono con lo studio, i capodogli, con i loro enormi cervelli, sono di particolare interesse per la scienza. I ricercatori, lavorando con una vasta gamma di registrazioni audio raccolte durante il Dominica Sperm Whale Project (DSWP) - più di 8000 registrazioni, cercano di svelare i segreti della loro comunicazione e comprendere la struttura e la complessità del linguaggio di queste misteriose creature. Studiando in dettaglio le registrazioni di 60 capodogli nei Caraibi orientali, gli scienziati hanno rivelato caratteristiche sorprendenti della loro comunicazione, rivelando la complessità del loro linguaggio. "Le nostre osservazioni indicano che queste balene hanno un sistema di comunicazione combinatorio altamente sviluppato, che comprende rubato e ornamenti, che indica la loro capacità di adattarsi rapidamente e variare durante la comunicazione. Nonostante le differenze significative nell'evoluzione, i capodogli hanno elementi nella loro comunicazione che sono caratteristici dell'uomo." comunicazione", afferma Shane Gero, biologo della Carleton University e direttore del progetto CETI. Issl ... >>

Spin dell'elettrone per il trasferimento di informazioni quantistiche 18.05.2024

Il trasferimento dell’informazione quantistica rimane uno dei compiti chiave della scienza moderna. I recenti progressi nell’uso dello spin elettronico per espandere le capacità di trasferimento delle informazioni nei sistemi quantistici sono diventati molto importanti. I ricercatori del Lawrence Berkeley National Laboratory stanno ampliando le frontiere della scienza dell’informazione quantistica sperimentando le possibilità dello spin degli elettroni. Lo spin dell’elettrone, un bit quantistico naturale, è un mezzo potenzialmente potente per archiviare e trasmettere informazioni nei sistemi quantistici. I pacchetti di onde Magnon, eccitazioni collettive dello spin degli elettroni, hanno rivelato il loro potenziale di trasmettere informazioni quantistiche su distanze significative. Il lavoro dei ricercatori del Berkeley Lab ha rivoluzionato il modo in cui tali eccitazioni si propagano negli antiferromagneti, aprendo nuove prospettive per le tecnologie quantistiche. Utilizzando coppie di impulsi laser, gli scienziati hanno interrotto l'ordine antiferromagnetico in un luogo e contemporaneamente lo hanno studiato in un altro, creando ... >>

Seta fonoassorbente 17.05.2024

In un mondo in cui il rumore sta diventando sempre più invadente, l’emergere di materiali innovativi in ​​grado di ridurne l’impatto è di grande interesse. I ricercatori del MIT hanno svelato un nuovo tessuto di seta fonoassorbente che promette di rivoluzionare gli spazi silenziosi. Il Massachusetts Institute of Technology (MIT) ha compiuto progressi significativi nel campo dell’assorbimento acustico. I ricercatori hanno sviluppato uno speciale tessuto di seta in grado di assorbire efficacemente il suono e creare ambienti accoglienti e silenziosi. Il tessuto, più sottile di un capello umano, contiene una fibra vibrante unica che si attiva quando gli viene applicata la tensione. Questa caratteristica consente di utilizzare il tessuto per sopprimere le onde sonore in due modi diversi. Il primo metodo utilizza le vibrazioni del tessuto per generare onde sonore che coprono e cancellano il rumore indesiderato, in modo simile alle cuffie con cancellazione del rumore. Questa P ... >>

Notizie casuali dall'Archivio

Notebook Eurocom M4 con schermo 13,3" 3200x1800 12.04.2014

Eurocom ha annunciato il rilascio del suo laptop da 13,3 pollici più potente fino ad oggi con una risoluzione di 3200 x 1800 pixel (QHD+).

L'Eurocom M4 viene fornito di serie con un processore quad-core Intel Core i7-4700MQ (Haswell) che può raggiungere fino a 3,4 GHz, un acceleratore grafico Nvidia GeForce GTX 860M (2 GB GDDR5), 8 GB di RAM (DDR3-1600 Hz) e un Unità ibrida SHDD da 500 GB.

C'è anche una webcam da 2 megapixel, moduli Bluetooth e Wi-Fi 802.11b/g/n, un lettore di schede, porte USB 2.0, HDMI 1.4a, VGA, Ethernet e tre porte USB 3.0. La tastiera del laptop è retroilluminata. La capacità della batteria è di 62,16 Wh. Il sistema operativo non è preinstallato. Questa modifica del laptop Eurocom M4 è stimata dal produttore in $ 1146.

C'è la possibilità di installare un processore quad-core Intel Core i7-4940MX Extreme (4 GHz), 16 GB di RAM (DDR3L-1866 Hz) e tre unità con una capacità totale fino a 3,5 TB. Puoi anche pagare un extra per un masterizzatore Blu-ray, sintonizzatore TV, modulo Wi-Fi 802.11 ac/a/b/g/n, installazione di un sistema operativo e software per ufficio. Il costo di una tale configurazione può superare $ 4500.

Le dimensioni del laptop Eurocom M4 sono 330 x 227 x 31,9 mm e il peso è di 2 kg. Il dispositivo è già in vendita.

Altre notizie interessanti:

▪ Prima vista

▪ Editing di embrioni umani per la prima volta

▪ Sensore posturale

▪ Pedale bici intelligente

▪ Convertitore CC-CC SPB05 5W in pacchetto SIP

News feed di scienza e tecnologia, nuova elettronica

 

Materiali interessanti della Biblioteca Tecnica Libera:

▪ sezione del sito Illusioni visive. Selezione dell'articolo

▪ articolo Vecchio ma d'oro. L'arte dell'audio

▪ articolo In quale direzione drena l'acqua nella vasca da bagno? Risposta dettagliata

▪ articolo Medico di medicina generale (medico di famiglia). Descrizione del lavoro

▪ articolo Unguento belga per ruote. Ricette e consigli semplici

▪ articolo Riparazione della saldatrice TAE101U2. Enciclopedia dell'elettronica radio e dell'ingegneria elettrica

Lascia il tuo commento su questo articolo:

Nome:


E-mail (opzionale):


commento:





Tutte le lingue di questa pagina

Homepage | Biblioteca | Articoli | Mappa del sito | Recensioni del sito

www.diagram.com.ua

www.diagram.com.ua
2000-2024